14/07/2019

Marianna Fiocco giocherà in serie A1 nel Millennium Brescia!

È tutto vero: Marianna Fiocco il prossimo campionato giocherà in serie A1 nel Millennium Brescia! Classe 1994 e nata a Castel d’Azzano, dopo tutta la trafila delle giovanili fino a raggiungere la B1 nell’Arena Volley, e dopo aver giocato le ultime tre stagioni nel Montecchio Maggiore, il centrale vede realizzarsi il sogno che è nel cassetto di ogni ragazza che gioca a pallavolo.
 
Come lei stessa racconta, «Sono molto emozionata, e non vedo l’ora di iniziare. Dopo tre anni a Montecchio, che è stata la mia prima esperienza lontano da Castel d’Azzano dove vivo e dove avevo sempre giocato, ora andrò a Brescia, per affrontare questa importante e bella avventura».
 
A coronamento di una carriera vissuta sempre in crescendo. «All’Arena Volley ho fatto tutte le giovanili, arrivando fino alla serie C e, dopo aver vinto il campionato, anche in serie B1. A Montecchio invece, nei tre anni in cui ho giocato, siamo saliti dalla serie B1 all’A2, riuscendo lo scorso campionato a raggiungere la salvezza»
 
Ed ora arriva la serie A1. «Grazie allo scout Alessandro Bianciardi, la scorsa settimana sono andata a fare un provino nel Millennium. Anche se le condizioni non erano le migliori, visto che qualche giorno prima ero stata male e c’era anche la rete più alta perché usata probabilmente da altri, tutto è andato per il meglio. Mi sono trovata subito bene con l’allenatore Enrico Mazzola, che mi ha fatto veramente un’ottima impressione».
Così come un’ottima impressione ha fatto loro la Fiocco. «Mai avrei pensato di arrivare fino a questo punto. Visto che però ci sono riuscita» aggiunge «ora cercherò di sfruttare al meglio questa occasione».
 
Si alza dunque l’asticella, con il centrale consapevole ma pronto a dover gestire un impegno di questo livello. «Penso che più o meno l’impegno richiesto sarà come quello dello scorso anno a Montecchio. Non mi trasferirò, farò avanti e indietro da Castel d’Azzano, ma ormai ho preso il ritmo e non penso di avere problemi. Dopo il primo anno via da casa, che mi aveva fatto spendere tante energie nel gestire vari aspetti come ad esempio l’alimentazione e lo studio, ora sono tranquilla e convinta di poter fare tutto al meglio. A marzo sono anche riuscita a laurearmi, e vedrò se proseguire subito gli studi o se prendermi un anno di riposo e vedere come andrà questa esperienza».
 
Riuscendo a vivere appieno ogni singola partita, faccia a faccia con le atlete come la Egonu o la Chirichella, che finora aveva visto solo in televisione. «Giocare contro ragazze tra le migliori al mondo sarà sicuramente emozionante. Poter giocare in serie A1 mi ha dimostrato che, se si vuole arrivare a centrare un obiettivo, ce la si può fare. Sono partita dalla serie C, passando da B1 e A2. Conta molto avere delle buone caratteristiche tecniche ma» sottolinea «a fare la differenza è il carattere. Sicuramente se sono arrivata fino a qui devo anche ringraziare tutti gli allenatori che ho avuto, e le società nelle quali ho giocato, che hanno sempre creduto in me. Io però ho sempre cercato di lavorare sodo, credendo sempre di poter arrivare in alto e, nei momenti di difficoltà, trovando uno sfogo positivo in campo».
 
Ufficio Stampa Arena Volley Team Verona