Primo anno in Arena Volley Team per te. E’ ora di bilanci…
Dopo aver allenato alcuni anni a Montorio ho deciso di accettare la proposta di Arena Volley Team e provare una nuova avventura in questa società. Sono molto contento della scelta fatta, mi sono trovato molto bene sia con la società, sia con Marcello Bertolini con il quale ho lavorato a stretto contatto e che mi ha fatto sentire un collaboratore davvero importante ma bene in generale con tutto lo staff di allenatori e con entrambi i gruppi di atlete che ho seguito pertanto, pur avendo lasciato con molta fatica e a malincuore la Libertas Montorio, è stata una scelta positiva che rifarei senz’altro.
Hai seguito due gruppi principalmente in questa stagione, serie B1 e serie C. Che cosa ti hanno lasciato?
Entrambi i gruppi direi che mi hanno lasciato molto, sia a livello tecnico che a livello di impegno che hanno dimostrato. Con la serie B ho avuto modo di vedere una pallavolo ad un livello che non conoscevo da allenatore. Si è trattato di un gruppo che dopo un avvio di stagione un po’ difficile ha iniziato a giocare una bella pallavolo e ad ottenere ottimi risultati. Risultati che hanno portato la squadra ad un passo dalla serie A2 al termine di tre turni play off davvero entusiasmanti. Peccato sia mancata la ciliegina sulla torta, ma sono davvero orgoglioso di aver fatto parte di un gruppo così affiatato e che sapeva sempre compattarsi nei momenti difficili. La cosa che mi ha davvero colpito è stata la cultura del lavoro settimanale che possedeva la squadra , che si tramutava in allenamenti fatti sempre ad alto ritmo e a grande intensità.
Anche il gruppo della C che ha svolto anche il campionato under 19 mi ha sorpreso positivamente. Il gruppo era pressoché nuovo, e in buona parte da creare. Anche qui il livello di gioco saliva settimana dopo settimana. Nella mia carriera ho fatto molta serie C, e sinceramente l’essere arrivati ad un solo punticino dai play off promozione credo sia stato davvero un ottimo risultato e un giusto premio all’impegno delle ragazze.
Per l’under 19 la semifinale è arrivata in un periodo di impegni forse eccessivi…
La stagione, lo sapevamo, sarebbe stata diversa dalle altre e la pallavolo ha avuto la grande fortuna di potersi allenare per tutta la stagione. Ci dobbiamo considerare dei privilegiati ad essere riusciti ad andare in palestra durante questa terribile pandemia, pertanto anche il calendario compresso va accettato e l’importante era davvero tornare a giocare. Purtroppo la semifinale under 19 è arrivata in una settimana dove dovevamo anche recuperare delle gare della C , e ci siamo ritrovati a giocare 4 gare in 6 giorni , cosa che un pochino ci è costata a livello fisico e mentale , ma come dicevo prima, le nostre ragazze sono state davvero brave e sicuramente non possiamo rimproverarci nulla.
Che tipo di collaborazione hai trovato in società e con lo staff tecnico?
Con lo staff di allenatori una collaborazione davvero bella, aiutandoci nei momenti di difficoltà, non ragionando ognuno per la propria squadra , ma mettendo sempre davanti a tutto Arena Volley Team , “prestandoci” le atlete quando servivano per disputare le gare o gli allenamenti in altri gruppi numericamente in difficoltà. Alla società mi sento di fare un grosso applauso per come ha saputo gestire la stagione in tempo di covid, per l’organizzazione dimostrata, per non averci mai fatto  mancare nulla , e  per il supporto costante nei momenti di difficoltà.
Ci sono state atlete o persone che ti hanno particolarmente impressionato nel corso di quest’anno?
Di atlete che mi hanno impressionato, in realtà, c’è ne sono state parecchie, sia con la serie B che con la serie C , ma rischierei di dimenticare qualcuna.  I risultati ottenuti sono il frutto di due ottimi gruppi che hanno sudato ed onorato al meglio Arena Volley Team. Sono poi rimasto molto colpito da tante persone che lavorano nell’ombra in Arena Volley Team , un lavoro oscuro il loro che permette ogni settimana a molti atleti di poter fare sport ad un buon livello e a divertirsi . Pertanto davvero complimenti e grazie anche a tutti loro.
Condividi: